Stampa
Categoria: Sostiene

Un'estate al mare?

Rete Immigrati Autorganizzati contro la sanatoria truffa!

Venerdì 29 luglio dalle ore 19.30 alle Colonne di San Lorenzo

Rete Immigrati Autorganizzati torna in piazza contro la sanatoria truffa. Stavolta lo fa con un presidio nel cuore della Milano da bere, alle Colonne di San Lorenzo. Qui giungerà un corteo di migranti partito da piazza Duomo alle ore 18.30. All'arrivo del corteo, una carrellata di iniziative, incontri, interventi, musica e teatro, a partire dalla 19.30 fino a tarda sera.

 

Rete Immigrati Autorganizzati ha invitato a confrontarsi sul tema consiglieri e istituzioni.

Interverranno:

Jorge Carazas (Rete Immigrati Autorganizzati Milano)

Saidou Moussa Ba (Rete Immigrati Autorganizzati Milano)

Massimo Gatti (Consigliere Provincia di Milano per lista un'altra Provincia -PRC-PdCI)

Patrizia Quartieri ( Consigliere Comunale di Milano per SEL)

Chiara Cremonesi (Consigliere Regione Lombardia per SEL)

Anita Sonego (Consigliere Comunale di Milano per Sinistra per Pisapia)

Mirko Mazzali (Consigliere Comunale di Milano per SEL- Presidente Commissione Sicurezza)

A seguire, un intervento dell'attore Mondi Ovadia.

Durante la serata, la compagnia teatrale Fandema  presenterà lo spettacolo di teatro-forum "Il Lavoro MOBILITA l'uomo", legato alla tematica della sanatoria truffa e alla difficile integrazione lavorativa e sociale degli stranieri in Italia.

le danze dell'Associazione Culturale togolese ASSILEASSIME 

Concluderanno la serata, percussioni arabe e il DJ Set di Alì Baba

 

Aderiscono all’iniziativa:

Acea Onlus, Arci Milano, Naga, Todo Cambia, Comitato Inquilini Molise Calvairate, Convergenza delle Culture, Brigata di Solidarietà Attiva Milano, Sinistra Critica, Rifondazione Comunista, Partito Umanista, Donatella Biancardi, delegata sindacale RSU, USB Milano, Studio 3R., Ass. Insieme per la Pace, Ass. Senegalesi.

 

Per adesioni: immigratiautorganizzQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info: 3200118441-3803442144 (arabo)

http://immigratiautoorganizzatimilano.blogspot.com

Durante il mese di agosto immigrati autorganizzati si trova tutti i martedì dalle ore 18 alle 19 all’Arci Corvetto in via Oglio 21 - Milano

 

 

Un'estate al mare?

Arrivano le vacanze, ma per noi immigrati questa sarà l'ennesima estate in cui non potremo tornare nei nostri paesi, dai nostri cari, perché non possiamo uscire dall'Italia.

E perché non possiamo uscire dall'Italia?

Perché nonostante lavoriamo e viviamo in questo paese da diversi anni non abbiamo un  permesso di soggiorno.

E perché non abbiamo un permesso di soggiorno?

Perché anche se abbiamo un datore di lavoro disposto ad assumerci, la legge sull'immigrazione non glielo permette. L'unico meccanismo tramite il quale un datore di lavoro può assumere uno straniero è tramite il decreto flussi, ma il lavoratore deve essere nel suo paese.

SANATORIA TRUFFA 2009

Nel 2009 il Governo ha fatto una sanatoria. Questa permetteva ai datori di lavoro di assumere soltanto lavoratori immigrati che svolgevano mansioni come colf e badanti.
Quindi gli immigrati che lavoravano come muratori, elettricisti, operai non potevano regolarizzare la propria situazione. Molti commercialisti e avvocati hanno iniziato ad offrire la possibilità di avere un contratto di lavoro come colf o badanti in cambio di grosse somme di denaro. E per uscire dalla situazione di "clandestinità" noi abbiamo pagato quelle somme. Ma questi "professionisti della truffa" sono scomparsi con i nostri soldi ed il lavoro non l'abbiamo mai visto.

A novembre 2010 siamo saliti sulla torre di via Imbonati per protestare contro questa truffa. La nostra richiesta è quella di poter avere un permesso di soggiorno per attesa occupazione per tutti quei lavoratori che sono stati costretti a subire questa situazione oppure che ci permettano di cambiare datore di lavoro ed essere assunti da altri per i quali già lavoriamo.

NOI VOGLIAMO GIUSTIZIA!

In questi mesi insieme a Naga, Arci e Comitato Inquilini Molise Calvairate abbiamo interpellato diverse autorità cittadine affinché ci aiutino a risolvere questa nostra situazione.

La nostra richiesta di incontro con il Procuratore di Milano ha avuto riscontro e siamo stati ricevuti. L'incontro è stato positivo e si sono aperte delle strade per risolvere questa nostra situazione.

Nell'incontro avuto con il nuovo Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia ci aveva promesso che avrebbe sollecitato la Prefettura e Questura per la riapertura di un Tavolo di trattativa che affronti la situazione delle truffe. Purtroppo non abbiamo più avuto nessuna notizia da parte del Sindaco. Speriamo che il vento di cambiamento a Milano porti anche a noi immigrati qualcosa di positivo e il Sindaco mantenga la sua promessa.

Abbiamo anche consegnato una lettera al nuovo Assessore alle Politiche Sociali, Pier Francesco Majorino, sollecitando un incontro, ma neanche da parte sua abbiamo ancora avuto risposta. Abbiamo letto nei giornali che l'Assessore ha incontrato i giovani, figli d'immigrati. Ci fa molto piacere, ma la tematica immigrazione non si riduce soltanto alla situazione dei nostri figli.

Chiediamo quindi al Sindaco di avviare il tavolo delle trattative, all'Assessore di ascoltarci per capire altri aspetti della situazione degli immigrati e al governo il rilascio di un permesso di soggiorno per attesa occupazione per tutti i lavoratori truffati come stanno chiedendo anche agli immigrati di Brescia, Massa Carrara, Padova ecc.

 

Rete Immigrati Autorganizzati

 

Jorge Carazas
Convergenza delle Culture Milano
Movimento Umanista
Rete Immigrati Autorganizzati Milano
Cell: 320-0118441