Il COORDINAMENTO DEI COMITATI DEGLI INQUILINI assieme ad Alleanza Italiana STOP 5G  in collaborazione con Associazione Italiana Elettrosensibili, WWF e ANPCI Associazione Nazionale Piccoli Comuni e con la partecipazione di GAIA ed ECO RETE Rete Ecologica Lombardia

organizza a Milano il 26 OTTOBRE ore 14

alla Camera del Lavoro di

via Albertinelli 14 (p.le Segesta)

il convegno

"5G ed ELETTROSMOG : Siamo DAVVERO sicuri?"


Relatori
Dott Andrea Grieco, fisico
Dott Menichella Mario, fisico
Dott.ssa Anita Cappello medico ATS specialista in Igiene e Medicina Preventiva
Dott Marco Menghini referente WWF Lombardia 5G Gruppo di Studio e di Azione
Dott Paolo Orio presidente della Associazione Italiana Eletteosensibili
Dott Enrico Vignati Presidente ANPCI Lombardia


Modera ed introduce
Dott.ssa Antonella Nappi sociologa e docente UNIMI.

La assemblea vuole essere il punto di partenza di un tavolo che elabori ed attivi in brevissimi tempi soluzioni dirette a contrastare l'incremento incontrollato dell'elettrosmog nella metropoli e a prevenire l'insorgere di correlati effetti indesiderati sulla vita umana e animale e sull ecosistema, oltreché un momento di riflessione sul dove ci conduce la corsa cieca alla iperconnessione.

Speriamo di farVi cosa gradita nell'invitaVi alla manifestazione in oggetto, certi di fornirVi contenuti di interesse veicolati da relatori di rilievo.

Restiamo comunque a Vostra disposizione per ogni ulteriore  chiarimento
Distinti Saluti.

Massimo Incontri
3495862744
Responsabile Organizzativo STOP5G Milano
Referente ECO RETE su Milano per 5G ed Elettrosmog

 

Presidio piazza della Scala ore 17.30 alle 20.30

Entro settembre il Comune di Milano deve decidere se considerare di “interesse pubblico” la proposta di MILANO NEXT per la gestione del trasporto locale nella città di Milano, città metropolitana, province di Monza e Brianza, Lodi e Pavia.

Il “consorzio temporaneo di aziende” si propone come gestore per 15 anni e al suo interno ha aziende private (alcune quotate in borsa) e società controllate da Ferrovie dello Stato.

Si tratta, in pratica, della PRIVATIZZAZIONE DEL TRASPORTO PUBBLICO A MILANO.

Esattamente ciò che la giunta ha negato di voler fare negli ultimi due anni.

Chiediamo al Comune di Milano di bloccare immediatamente questa operazione di svendita di un patrimonio collettivo che non può e non deve finire nelle mani dei soliti speculatori, interessati esclusivamente agli utili.

ATM e il servizio di trasporto locale devono rimanere in mani PUBBLICHE ed essere gestite solo nell’interesse delle cittadine e dei cittadini, della tutela della salute degli abitanti e dell’ambiente.

SU ATM DECIDE MILANO