Il Partito Umanista e il "Coordinamento della Sinistra Contro l’Euro" lombardo partecipano alle manifestazioni per sostenere il diritto del popolo greco a rinegoziare il debito e abbandonare le politiche di austerity imposte da Commissione Europea, BCE e FMI

In Grecia, come in Italia e in tutta Europa, la sovranità appartiene al popolo, non alla Troika!

I trattati su cui si basano la costruzione dell’Unione Europea e il funzionamento dell’euro hanno consegnato i popoli europei nelle mani della finanza speculativa, instaurando la dittatura delle Banche.

È ora di rompere questi trattati, recuperare la sovranità politica e monetaria e costruire un’Europa democratica, nella quale mai più i diritti delle persone siano calpestati a vantaggio degli interessi di una minoranza avida e spietata.

Oggi siamo tutti greci!

Mercoledì 11 febbraio alle 17.30 in piazza Cordusio a Milano

Presidio a sostegno del governo e del popolo greco

Come Partito Umanista di Milano siamo oggi alle ore 15.30 in Piazza del Duomo per stare insieme per fede ed amore per l'umanità.

La strage di Parigi ci ha lasciati addolorati, sgomenti, arrabbiati. Tutti sentiamo il bisogno di reagire. Ricordiamo quello che il premier norvegese Stoltenberg disse dopo la strage di Utoya del 2011: “Reagiremo con più democrazia, più apertura e più diritti”.
Non vogliamo cedere alla paura e all’odio. Rifiutiamo la logica di chi divide il mondo in base alla religione, al colore della pelle, alla nazionalità. Rifiutiamo la logica di chi specula sulla morte per i propri interessi, alimentando una spirale di odio e violenza.

È il momento di stare insieme, di far sentire la voce di tutti quelli, e sono tanti, che di fronte alla morte e alla violenza rispondono con il dialogo, la solidarietà e la pratica dei diritti. Tutti quelli che non fanno distinzione tra le vittime di Utoya e Peshawar, di Baqa, di Baghdad, e Parigi, nel Mediterraneo e a New York. Tutti quelli che credono che diritti, democrazia e libertà siano l’unico antidoto alla guerra, alla violenza e al terrore. Dove l’odio divide, i diritti possono unire.
Vi aspettiamo, sabato 10 gennaio, alle 15,30 in piazza del Duomo.

Per adesioni:

https://www.facebook.com/events/1572214932991213/

 

Il Partito Umanista di Milano ha aderito alla giornata "Giornata d'Azione Globale per i Diritti dei Migranti, Rifugiati e Sfollati" del

18 Dicembre 2014 e vi invita tutti all'evento dalle 17 alle 19.30 in Largo La Foppa.

 

18 Dicembre 2014 - Giornata d'Azione Globale per i Diritti dei Migranti, Rifugiati e Sfollati

 

Testo originale dell'appello:

"PERSONE E NON NUMERI"

Racconti, esibizioni teatrali e musica sui viaggi della speranza

Giovedì 18 dicembre dalle 17.00 alle 19.30 in Largo La Foppa (MM2 Moscova) - Milano


La Carovana delle Culture partecipa alla mobilitazione internazionale del 18 Dicembre “Giornata Internazionale del Migrante” proclamata dalle Nazioni Unite.

Nella giornata dedicata ai migranti, nella quale spesso la retorica si spreca con vuote commemorazioni, vogliamo lanciare spunti di riflessione sull’identità, la storia e le motivazioni che hanno spinto migliaia di persone ad attraversare il mare per raggiungere l’Europa.

Cosa sappiamo di queste persone?

Cosa sappiamo delle loro vite, delle loro storie?

Cosa sappiamo delle situazioni dalle quali fuggono fatte da guerre, persecuzioni, nonché da fame e carestie?

In occasione della Giornata d’azione europea decentrata per fermare TTIP*, CETA & TiSA, il Partito Umanista, come aderente della campagna nazionale Stop Ttip e sostenitore attivo di alcuni comitati locali, invita tutti a mobilitarsi nelle proprie città. La lista delle iniziative italiane potete trovarla qui: http://stop-ttip-italia.net/11-ottobre-giornata-di-mobilitazione-stop-ttip/

SABATO 11 Ottobre 2014 - MILANO - VOLANTINAGGIO E PRESIDIO
Mattino ore 10.00 -12 mercato zona Isola, Mercato Bio Pizza Durante e mercato Valvassori Peroni
Pomeriggio ore 14.00 PRESIDIO in Via Palestro angolo Via Marina [evento Facebook]

stop_ttip_11ott


Sabato 27 Settembre 2014

Riunione Coordinamento Lombardia

Milano - Via Mazzali, 5 - ore 14.30 ( zona lambrate - metro verde Udine )

sinistra_contro_euro

Cari cittadini, amici e compagni, questa lettera è inviata ai simpatizzanti e agli amici del Coordinamento della sinistra contro l’euro, ed a tutti coloro che seguono le nostre iniziative. A quelli che hanno partecipato al Forum europeo svoltosi ad Assisi, ed a quelli che non hanno potuto esserci.

Chi al Forum c’è stato sa che non esageriamo se diciamo che è stato un grande successo. Ci eravamo posti un obbiettivo ambizioso, quello di dare una spinta all’unione delle sinistre anti-euro su scala europea. Ci siamo riusciti. Tutte e sette le delegazioni internazionali presenti, non hanno solo sottoscritto un documento comune, ma si sono riconvocate ad Atene per la fine di novembre. Questo decisivo passo avanti non sarebbe stato possibile senza il grande sforzo politico e organizzativo del Coordinamento; senza gli eccellenti contributi dei relatori ai dibattiti, senza la partecipazione appassionata di tutti i presenti.

Il successo del Forum carica sulla spalle del Coordinamento nuove e più grandi responsabilità. La crisi economica e sociale è destinata ad aggravarsi, fette sempre più larghe di cittadini, già maciullati dalla crisi, precipiteranno nell’esclusione sociale. I diversi governi, quello Renzi compreso, pur di salvare con l’euro il sistema bancocratico, persevereranno nelle loro politiche di macelleria sociale. Nuovi e più aspri conflitti sociali sono per questo inevitabili e le classi dominanti stano mettendo in atto le modifiche antidemocratiche del nostro ordinamento costituzionale per fronteggiarli. Siamo di fronte ad una sempre più evidente svolta autoritaria, ad una emergenza democratica.