Il Partito Umanista di Milano che è attivamente partecipe sin dall'inizio nel Comitato Stop TTIP di Milano vi invita questo

Sabato 10 Ottobre 2015 alla Darsena dalle 15 alle 20.


Dal 10 al 17 ottobre 2015 si svolgeranno in tutta Europa le Giornate Internazionali di Azione contro i trattati TTIP, CETA, TISA e TPP;

sono previste molte attività ed azioni decentralizzate sia in Europa che in nord America,

 

a Milano Il COMITATO STOP-TTIP organizza

SABATO 10 OTTOBRE 2015 dalle 15 alle 20

Piazzale della Nuova Darsena (piazza XXIV Maggio)

Oltre ad interventi qualificati sui vari aspetti del trattato, raccolta firme contro il TTIP, volantinaggi e distribuzione di materiale informativo e flash mob,

Stop TTIP 10 maggio 2015 Milano

INTERVERRANNO:

Alfredo SOMOZA, Alberto DONZELLI, Emilio MOLINARI,
Eleonora EVI, Fabio GHELFI, Marco SCHI

AFFINO,
Mario AGOSTINELLI, Michela REA, Monica Di SISTO,

Roberto SILVESTRI, Tiziana BEGHIN, Vittorio AGNOLETTO.

CONDUCE e MODERA: Alessandro BRAGA di Radio Popolare

MUSICA, FLASH-MOB, RACCOLTA FIRME, APERITIVO BIO (dalle 18 alle 20)

4 GIUGNO 2015 – ORE 14:30
Università Cattolica del Sacro Cuore
Largo A. Gemelli, 1, Milano

Con l’Italicum, il partito che rappresenterà un terzo dei cittadini prenderà tutto il potere e trasformerà una
minoranza eletta, in maggioranza. Questo accadrà con la truffaldina legge elettorale "Italicum". Il
Parlamento che uscirà dall’Italicum – peraltro mutilato con l’abolizione dell’elettività del Senato – sarà
completamente dominato dal partito vincente, e quest’ultimo sarà a sua volta del tutto controllato
dal suo leader anche grazie al sistema che gli consente di nominare 100 capilista bloccati, cioè eletti
senza le preferenze.


Questa legge risponde all'ossessione di decisionismo di cui soffre la classe politica di destra come quella
di sinistra. La falsa maggioranza potrà traghettarci verso il presidenzialismo e scegliersi un futuro
Presidente della Repubblica di suo gradimento, influire pesantemente sulla composizione della Corte
Costituzionale e il Consiglio superiore della Magistratura. Così gli organi di garanzia saranno in mano al
capo del governo, cui una nuova legge si appresta ad attribuire poteri sostanziali sulle reti televisive
pubbliche. Il principio costituzionale dell’eguaglianza del voto è così demolito. La Costituzione verrà
stravolta da un parlamento illegittimo perché eletto con una legge illegittima (così come ha
dichiarato la Consulta per il Porcellum).

 

Ci rivolgiamo a tutti coloro che credono che sia Tempo di Umanesimo nella Politica, nella Società e nella propria vita.
Ci rivolgiamo a tutti coloro che credono sia arrivato il Tempo di un profondo ed amabile cambiamento ispirato ai valori del nuovo umanesimo.
Ci interessa un umanesimo che contribuisca al miglioramento della vita, che sviluppi scenari alternativi alla discriminazione, al fanatismo, allo sfruttamento e alla violenza. In un mondo che corre verso la globalizzazione e che mostra i sintomi dello scontro tra culture ed etnie, deve esistere un umanesimo universalista, plurale, basato sulla convergenza. In un mondo in cui i paesi, le istituzioni ed i rapporti umani tendono a destrutturarsi, deve esistere un umanesimo capace di stimolare la ricomposizione delle forze sociali.
Crediamo nella libertà di scelta e nel senso della vita, ci ripugna ogni tipo di discriminazione e violenza.
Crediamo che sia il momento di spingere con forza per approvare una legge di Democrazia Reale e superare l’ipocrisia della democrazia formale. Ma da questa trappola della democrazia formale non c'è altra uscita se non col percorso che proponiamo, quello della lotta nonviolenta.

In questo momento, mentre poteri economici sovranazionali e organismi non elettivi dettano le politiche dei Paesi e si fa ogni giorno più evidente la sudditanza, o l’impotenza, della classe politica nei confronti di tali poteri, cresce tra i cittadini la necessità di partecipare direttamente alle scelte che li riguardano.
Il cittadino dovrà essere il soggetto centrale, coinvolto e consapevole, delle scelte che regoleranno la vita sua e del suo ambiente più immediato.
L’ambito in cui tale coinvolgimento potrà esprimersi meglio sarà quello del Comune, nucleo vivo dell’esistenza concreta delle persone.
Partendo dai Comuni e facendo crescere la spinta dal basso, si potrà infine conquistare la democrazia reale anche a livello nazionale.

La Coscienza umana è attiva ed è per questo che nei momenti storici di grande oscurità, la coscienza umana si è sempre aperta dei varchi e ha riabilitato la condizione umana. Anche ora, al tramonto di un vecchio mondo, questa coscienza umana sta facendo sorgere l’alba di una nuova era, auspichiamo che il Partito Umanista possa essere uno strumento per questa nuova coscienza umana che si fa spazio al di la di ogni sentimento di fallimento, di ogni impazienza.

Ci rivolgiamo a persone che hanno smesso di credere ci sia sempre qualcuno più preparato, più intelligente o semplicemente “più in alto” che debba o possa prendere le decisioni per noi.
Ci rivolgiamo a chi crede che “gli azionisti” di una democrazia siano i cittadini e non degli organismi finanziari che indebitano gli Stati e impongono un’inutile distruzione dello stato sociale e l’oscuramento del futuro.
Ci rivolgiamo a chi voglia farsi carico della costruzione di un’intelligenza collettiva e attiva. Un' intelligenza collettiva e attiva che possa dare nuove risposte, che non cerchi ricette che arrivano dall’”alto”, ma che desideri sforzarsi per costruire insieme al resto della comunità.
Ci rivolgiamo a tutti coloro che credono in una politica dell'accoglienza e al diritto di cittadinanza; che credono che l'istruzione e la sanità debbano essere pubbliche e gratuite per tutti e del miglior livello possibile;
che credono nella difesa dei beni comuni e alla salvaguardia del territorio;
che desiderano l'avvento di un reddito di cittadinanza;
che credono all'istituzione dei registri per le coppie di fatto;
che credono alla riconversione dell'industria bellica.
 Che credano che valga la pena!

 

questo sabato 18 aprile c'è la giornata  europea contro il Ttip

e anche Milano speriamo faccia una parte importante in questa giornata di  mobilitazione, DIPENDE ANCHE DA TE.


Il trattato tra Unione Europea  e Stati Uniti  eludendo le normative nazionali e agendo nella logica del massimo profitto potrebbe mettere in serio pericolo le attuali tutele alimentari,  ambientali, lavorative, sanitarie ecc.. deteriorando profondamente i nostri  territori  e le nostre vite.

Il Ttip rappresenta chiaramente gli interessi delle grandi lobby che hanno tutto l'interesse a innescare processi di globalizzazione sul mercato europeo che diventa terra di conquista.

  • Opponiamoci con tutte le nostre forze!

  • Il TTip non deve passare!

  • Non è questo il futuro che desideriamo per noi, per i nostri figli e per i nostri territori!

  • Mobilitiamoci, facciamo eco a questa iniziativa e nella raccolta firme!

  • Tutti in piazza sabato a sostenere la giornata contro il TTIP!

Incontro Pubblico

Sabato 21 marzo alle ore 15.00 Via Mazzali,5 - zona p.zza Udine

ll TTIP, Transatlantic Trade and Investment Partnership, definito "trattato di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti d’America" attualmente oggetto di negoziati volutamente segreti, è qualcosa di più di un a semplice trattativa di liberalizzazione commerciale.

Vieni ad approfondire che cosa è e perché è una minaccia per i diritti e la democrazia in Europa, la salute e l'ambiente.
Come possiamo fermarlo?
Molto spazio alle domande.

E’ l’ennesimo attacco frontale che vede lobby economiche, Governi e poteri forti accanirsi su quello che rimane dei diritti del lavoro, della persona, dell’ambiente e di cittadinanza dopo anni di crisi economica e finanziaria, in un più ampio tentativo di disarticolare le conquiste di anni di lotte sociali con le politiche di austerity e di concentrazione del reddito verso l’alto.


Per dire che ci sei, vai su evento facebook.

organizzato da Partito Umanista (Milano) e da Coordinamento lombardo sinistra contro l'euro.